Eolie Logo 273x112
bernardi banner
Venerdì, 24 Novembre 2017

NEWS

10 luoghi da vedere per scoprire Filicudi

Le acque di Filicudi rappresentano alcune tra le mete preferite per gli appassionati di Diving e Snorkeling, ma questa piccola perla del mediterraneo offre molto più di quanto non lasci intravedere un superficie.

 

 

 

 

 

 

 

Scopriamo i 10 posti da visitare a Filicudi:

 

 

Il villaggio Preistorico

 

In località Capo Graziano, si trovano i resti di un insediamento preistorico che sembra risalire al 3.000 a.C, composto da 25 capanne di forma ovale. All’interno delle abitazioni sono state rinvenute delle ceramiche e, nei pressi del villaggio, anche un’ara sacrificale.

 

Il villaggio di Zucco Grande

 

Nonostante fosse un centro molto attivo della vita sull’isola, oggi, Zucco Grande è semideserto, forse anche a causa della mancanza di collegamenti con i centri abitati vicini, fatta eccezione per un sentiero in parte composto da una mulattiera. Nelle sue abitazioni ritroviamo l’architettura originaria tipica delle prime case di Filicudi.

 

La grotta dei Gamberi

 

La presenza di gamberetti e piccoli pesci l’ha resa una delle zone più rinomate dell’isola per le escursioni subacquee. La sua parete rocciosa raggiunge i 50 metri di profondità, terminando sulla sabbia.

 

La grotta del Bue Marino

 

Sul versante nord occidentale di Filicudi, troviamo la grotta più grande delle Isole Eolie. Il suo nome risale ai tempi in cui le foche monache ne abitavano l’interno. Oggi, offre uno spettacolare gioco di luci e riflessi tra le acque del mare.

 

Il faraglione la Canna

 

Si tratta di uno degli ultimi resti delle eruzioni vulcaniche di Filicudi, avvenute ormai 40.000 anni fa. Sul vertice della sua caratteristica forma a torre, alcuni alpinisti hanno posizionato la statua della Madonna che lo abita insieme a diverse specie protette tra cui falchi e lucertole.

 

L’isolotto di Montenassari

 

Nei pressi della Canna, troviamo questa micro-isola di origine vulcanica la cui parete rocciosa si apre verso una splendida piscina naturale. L’unica connessione tra l’interno e l’esterno è rappresentata da un’ampia grotta sottomarina.

 

La fossa Felci

 

Tra i sette vulcani spenti di Filicudi, il più grande è sicuramente quello di Fossa Felci, con un’altezza di 773 metri. La sua cima può essere raggiunta percorrendo le antiche mulattiere e si diramano attraversando i villaggi ormai abbandonati.

 

Lo scoglio della Fortuna

 

La sua forma a conca accoglie una piscina naturale dalle acque cristalline, ideale per gli amanti delle immersioni.  Fino ad un massimo di 23 metri di profondità, è possibile visitare le grotte naturali e una vasta varietà di flora e fauna mediterranea.

 

Lo scoglio Gianfante

 

La sua origine vulcanica ha dato vita ad una sagoma che ricorda quella di un elefante, in siciliano detto “gianfante”, da cui trae il nome. Grazie alla profondità delle sue acque, rappresenta un’interessante attrattiva per gli appassionati di diving.

 

La secca dei Sei Metri

 

Tra i suoi enormi massi, è possibile scorgere murene, aragoste e anche gorgonie rosse e ricci melone. Le sfumature color smeraldo e turchese delle sue acque permettono al giallo brillante delle spugne Axinella di risaltare per lasciarsi ammirare dai sub.

 

 

Vuoi soggiornare alle Isole Eolie?

Scopri le promo e le offerte dei nostri Hotel e Ristoranti a Lipari!



 

BarraGusto BarraAccoglienza BarraBenessere
Pulsante fili Pulsante pule

Pulsante trito

Pulsante mendo Pulsante pinna Pulsante bene

NEWS

EVENTI

EXPERIENCE

VIDEO

RICETTE